©2006.02.19

elementi di di archivistica

vincenzofreda.it

Le idee sono tali in quanto tu
puoi comunicarle agli altri
se le tieni per te non servono a nulla
anzi, non sono nemmeno idee
chi sono
pubblicazioni open access


INDICE


1 Archivistica, un'introduzione

2 Archivio e archivistica nella storia

3 Gli elementi strutturali dell'archivio

4 Archivi e biblioteche

5 La vita dell'archivio

6 La fase dell'archivio corrente

7 I titolari

8 Il protocollo

9 La fase dell'archivio di deposito

10 La procedura di scarto

11 La fase dell'archivio storico

12 L'inventario

13 La guida generale degli archivi di stato

14 La periodizzazione archivistica

15 Gestione del documento singolo

16 Gli standard descrittivi internazionali

17 Metodologia della ricerca archivistica

18 Le fonti orali

19 L'amministrazione dei beni archivistici

20 Bibliografia


(visualizza il file in formato .pdf)

Elementi di archivistica
(visualizza il testo integrale in formato .pdf)
[©2008]


Introduzione: compito e oggetto dell'archivistica

L’archivio non è un’entità astratta, separata dalla vita, perché ogni giorno si ha a che fare con una pluralità e varietà di archivi: l’archivio della memoria, cartelle che contengono documenti importanti per la famiglia. Esigenze ed occasioni del vivere sociale costituiscono un pretesto per riflettere sull’archivistica come conoscenza dei meccanismi di conservazione e trasmissione della memoria nella nostra società.

Compito dell’archivistica è quello di elaborare i criteri di impostazione della tenuta delle carte, della loro conservazione e inventariazione, funzionali alla ricerca e agli accertamenti burocratici e amministrativi. In altre parole, elaborare i criteri della utilizzazione delle carte. Oggetto dell’archivistica sono i complessi documentari, che vengono chiamati archivi. Si tratta di testimonianze prevalentemente scritte, connesse fra loro fin dall’origine, prodotte durante l’espletamento di un’attività amministrativa individuale o collettiva.

Precettistica o disciplina scientifica?

L’archivistica non è una disciplina sussidiaria della storia ma una disciplina autonoma che si serve della storia anche se non fa storia e che si caratterizza per la “a-valutabilità”, cioè dell’assenza di intervento nell’organizzazione e predisposizione dei documenti.

Secondo alcuni studiosi, ogni attività attinente alla gestione degli archivi è un’attività puramente pratica, operativa, di semplice prassi, senza valenza scientifica. Questa affermazione si fonda sulla differenza esistente tra un archivio e l’altro, conseguenza di una nascita personalizzata e di uno sviluppo autonomo. A causa di ciò, sarebbe impossibile determinare dei principi generali che siano comuni ad una realtà multiforme, composta da soggetti difformi sia per struttura che per contenuto. La conclusione di un tale ragionamento porta alla negazione dell’esistenza di un’archivistica generale, mentre si ammette la presenza di un’archivistica speciale, ridotta a precettistica. Negare l’archivistica pura significa negare l’archivistica come disciplina scientifica.

Ogni aspetto dell’attività archivistica, invece, non può essere affrontato considerando la realtà archivistica nella singolarità delle situazioni, ma deve essere inquadrato nell’immagine più generale composta dal complesso delle problematiche archivistiche. Ciò perché, anche se ogni archivio ha una sua caratterizzazione, esso è pur sempre un elemento della più generale categoria degli archivi e può essere ulteriormente classificato per l’appartenenza a uno dei raggruppamenti che si individuano per la loro specifica natura originaria. Per cui può essere attribuibile ad un’unica realtà la fattispecie degli archivi comunali, di quelli parrocchiali, di quelli notarili

Le ripartizioni della scienza archivistica

Convenzionalmente l’Archivistica si divide in cinque parti:

1) archivologia o archivistica teorica, che individua i principi fondamentali della scienza, definisce i caratteri che costituiscono un archivio, i concetti di documento, le diverse tipologie documentarie e archivistiche, le fasi di esistenza di un archivio, le sue funzioni, le operazioni principali connesse all’archivio;

2) archiveconomia o archivistica tecnica, che studia gli strumenti e i sistemi di conservazione e tutela del materiale documentario (edilizia, restauro);

3) archivografia, che affronta criticamente i problemi e i modi dell’inventariazione, indaga sulla storia del singolo archivio e si occupa anche di tutti i mezzi di corredo per l’accesso alla documentazione;

4) archiveuristica, che suggerisce i procedimenti da adottare nella fase di ricerca dei materiali archivistici;

5) legislazione archivistica, che si occupa della normativa degli enti che sono preposti alla conservazione e alla tutela degli archivi.